ci trovi anche su..  

PROGRAMMA MUSICALE

 

Sabato 18 agosto

ore 21.00 Bosco delle Fontane, Cismon del Grappa

RITO DELLA QUEIMADA e CONCERTO GOLOKA DUO feat. Enrico Parolin


La Queimada è una tradizione della Galizia, regione della Spagna del Nord i cui usi e costumi molto devono all’antica presenza dei Celti. Durante il rito si prepara una bevanda calda a base di grappa in un calderone (…ognuno ha la sua particolare ricetta…) e, al suono delle cornamuse galiziane e dei tamburi, si recita una filastrocca con la quale si ordina agli spiriti delle streghe e dei folletti cattivi di abbandonare il bosco così da permettere agli spiriti buoni di partecipare alla gioia dello stare insieme.
Ormai è diventata anche una nostra tradizione, un augurio di un buon inizio per questa nostra avventura…

 

Per partecipare devi prenotare il bicchiere (…che poi resterà tuo…) da usare durante il rito, per farlo chiama il numero 328.4761289 oppure scrivi all’indirizzo morgana7x@gmail.com

Il bicchiere ha un costo di € 5

 

La Queimada si svolgerà sabato 18 agosto presso il Bosco delle Fontane di Cismon del Grappa a partire dalle ore 21.00 con qualsiasi condizione meteo.

 

 

GOLOKA DUO feat. Enrico Parolin

Goloka è il progetto nato attorno al disco d'esordio del piper e clarinettista Valerio Vettori. Già attivo da diversi anni nella scena musicale irlandese e balfolk italiana con vari progetti, sarà accompagnato nel concerto per la Queimada dal chitarrista e cantante Fabio Reolon, già conosciuto in ambito folk. Ospite speciale della serata sarà Enrico Parolin, noto batterista e percussionista jazz, soul e blues che presta la sua esperienza per l'occasione.

 
 

Domenica 19 agosto

ore 15.00 San Cristoforo al lago, presso il centro velico

CONCERTO-PERFORMANCE "LA MUSICA DELLE PIANTE" di e con Nedda Bonini e Andrea Pavinato


All’arrivo, ascolteremo la musica degli alberi.
Gli alberi non sono solo vivi, ma anche intelligenti e possono esprimere, manifestare la loro sensibilitа, il loro stato vitale, il loro “carattere”, attraverso il suono, la voce o altre forme espressive. Poterlo ascoltare non и frutto di una magia, ma il risultato di un processo volto a convertire in note musicali o altri segnali digitali le energie prodotte spontaneamente dalle piante attraverso la fotosintesi clorofilliana. Per rilevare gli impulsi delle piante Nedda Bonini (artista e docente) e Andrea Pavinato (musicista contrabbassista), il quale interverrà anche con dei fraseggi di flauto traverso, utilizzano un’apparecchiatura dotata di coppie di elettrodi: uno viene impiantato nel terreno, l’altro applicato ad una foglia. Il segnale emesso dall’albero viene intercettato dall’apparecchiatura, quindi digitalizzato e convertito in musica, parole, colori, ecc. Quello che hanno a disposizione и il convertitore in suono: и strabiliante sentire come le piante emettano impulsi armonici fra loro.
Chi parteciperà all’esperimento avrà la straordinaria sensazione di comunicare con la pianta.
Ogni pianta e ogni albero hanno una propria voce.
È gradito l’intervento di musicisti che vogliano suonare assieme alle piante!

 

 

 

 
 

Giovedì 23 agosto

ore 21.30 Bosco delle Fontane, Main Stage

ALBAN FÙAM

(Italia) Irish Folk


Gli Alban Fùam sono musicisti dalle sonorità Irish, capaci di fondere la musica tradizionale d’Irlanda con influenze del folk contemporaneo internazionale e il country-bluegrass. Il 2009 è l’anno in cui escono dai pub per portare la loro musica a tutti.
La band ha avuto, fin dai primi anni, un ottimo successo (premio della critica a “Bande Sonore” e finalista del “Verona Talent Show”) ma è sempre stata proiettata a diventare qualcosa di molto più grande.
Conoscono Frankie Gavin, il principe dei violinisti irlandesi, in un Pub di Galway dopo un suo concerto. Diventa fin da subito il loro mentore, incidono una traccia insieme in Italia e, nel 2012, aprono un concerto dei DeDannan, la sua band, al prestigioso Teatro Romano di Verona.
I ragazzi sono così affamati di musica che non smettono di studiare e frequentano per due anni la “Joe Mooney Summer School” vicino Sligo, nel nord dell’Irlanda.
Nel 2015 pubblicano con l’etichetta discografica Maxy Sound, “Whiskey ‘n Beer” e vincono il premio “miglior proposta musicale” al Festival di Montelago a Macerata.
L’album è talmente apprezzato all’estero che viene inserito nell’Irish Traditional Music Archive di Dublino, supera i 400.000 ascolti su Spotify e scala le classifiche di iTunes nei giorni del Saint Patrick’s Day. L’anno seguente incidono anche “From Galway to Dublin”.
Oggi i ragazzi tengono 70 concerti all’anno e vantano di aver calcato i palchi dei maggiori Celtic Festival in Italia e in Europa tra cui Montelago, Mutina Boica, Druidia, Stadtgartenkonzerte (DE), Maritim Festival (DE).
Alban Fùam significa “festa di luce e di suono”, una festa sempre più grande e luminosa.

Formazione:
Alessandro Antonello: voice
Davide Florio: acoustic guitar
Cecilia Zanchetta: fiddle
Alessandro Romagnoli: bodhran and percussions
Lorenzo Lucchese: mandolin

 

 

 

 

 

ore 23.30 Bosco delle Fontane, Pub Stage

PATRICKS

(Italia) Irish Folk


Patricks è un gruppo musicale Irish Folk acustico, formato da musicisti veronesi dai 24 ai 30 anni.
È già conosciuto nell’ambiente musicale della città e delle province limitrofe per essersi esibito con grande successo in molti pub e manifestazioni di vario genere.
I Patricks hanno tenuto oltre 120 concerti a partire dal primo dicembre 2012. Dopo qualche mese di intenso lavoro, nel giugno 2016 il gruppo ha pubblicato il suo primo album, intitolato “Tales from Irish Waves”, contenente alcuni brani celebri della tradizione irlandese, rivisitati secondo lo stile musicale della band.

 

Venerdì 24 agosto

ore 21.30 Bosco delle Fontane, Main Stage

FINNEGAN'S HELL

(Svezia) Folk Rock/Celtic punk
 

I Finnegan's Hell sono nati nel 2010 semplicemente “perché c'è ancora un grande bisogno di punk celtico in questo mondo”.
I membri della Band arrivano da esperienze con vari gruppi che suonavano folk irlandese, rock e punk. Combinare i diversi elementi in qualche modo, sembrava una buona idea…
Dopo aver messo insieme una setlist decente, i Finnegan's Hell si sono cimentati in un tour in Scandinavia, seguito da una serie di concerti. Le canzoni sono state un successo così la Band ha deciso di entrare di nascosto nello studio per registrare alcune tracce.
Finalmente, nel 2011 viene rilasciato un EP che ha ricevuto recensioni entusiastiche e si è esaurito in men che non si dica. La Band ha così avuto la possibilità di suonare in tutta Europa.
Nel 2014 i Finnegan's Hell hanno pubblicato un album completo attraverso Heptown Records, la principale etichetta punk celtica d'Europa. L'album "Drunk, Sick and Blue" è stato ben accolto dalla stampa musicale europea, e si sono esibiti in alcuni dei festival più importanti d'Europa ottenendo un contratto editoriale con Sound Pollution Songs.
I Finnegan's Hell hanno continuato a lavorare con Heptown Records e Sound Pollution Songs e hanno appena pubblicato l'album tanto atteso; “Life and Death". Le canzoni dell'album sono musicalmente diverse, ma condividono i temi lirici della vita e della morte, portando l'ascoltatore a fare un giro sulle montagne russe dalla culla alla tomba.
Registrando "Life and Death" sono riusciti a preservare l'energia grezza di una performance dal vivo e il risultato è un disco spettacolare.

Formazione:
Pabs, Mick, San, Cozy, Old Roxy and Ace
 

 

ore 23.30 Bosco delle Fontane, Pub Stage

BALT HÜTTAR

(Italia) Cimbrian Folk Metal


I Balt Hüttar sono una band Folk Metal dell’Altopiano di Asiago (Vicenza), terra che affonda le proprie radici nell’antica cultura Cimbra. È proprio di questa cultura che la band si pone come promotrice, a partire già dal nome che, in cimbro appunto, significa «Guar- diani del Bosco». La band nasce nel settembre 2011 da un’idea di Mattia Pivotto.
È il 2014 l’anno del debutto discografico degli Hüttar, che pubblicano durante l’estate il loro demo «Tzimbar Tantze» («Danza Cimbra»).
Il primo full-lenght della band «Trinkh Met Miar» («Bevi Con Me») è del 2018 e comprende 13 tracce: le quattro di Tzimbar Tantze (in una nuova veste) alle quali vengono affiancati altri nove inediti.
I Balt Hüttar portano di nuovo la loro passione, professionalità e potenza sul palco del Brintaal!

 

 

Sabato 25 agosto

ore 21.30 Bosco delle Fontane, Main Stage

CELTICA PIPES ROCK

(Scozia, Austria) Celtic Punk Rock


Celtica Pipes Rock è stata fondata nel dicembre 2009 dal chitarrista e compositore austriaco Gajus Stappen che riunisce diversi musicisti europei e americani a Phoenix, in Arizona, per registrare il loro primo CD "Rising" e per girare il loro primo video al Grand Canyon and Monument Valley per la canzone "Atholl Highlanders”, ma è solo l’inizio.
La combinazione del suono tradizionale delle cornamuse scozzesi con la potenza di una Rock Band promette di diventare una ricetta per il successo internazionale.
La band di 6 elementi mostra con il suo grido di battaglia la loro direzione musicale: il suono maestoso, mistico della Great Highland Bagpipe si eleva al di sopra della potente rock band, il violino, magistralmente, brilla di stile unico con melodie sinfoniche ed epiche.
Le influenze del folk irlandese, del symphonic metal e persino del gotico si fondono con l'energica musica celtica. Questo suono, internazionale come i musicisti provenienti da Scozia, Stati Uniti, Bulgaria e Austria e le performance, garantiscono un concerto che nessuno dimenticherà mai.
Torce mistiche sulle cornamuse e bacchette ardenti, tuonando contro enormi tamburi, creano un'atmosfera di culto, intrattenendo ogni pubblico in tutto il mondo.
Celtica ha conquistato i suoi fan in oltre 350 esibizioni in Europa, dal leggendario Wacken-Festival nella Spagna nord-sud, e in numerosi tour negli Stati Uniti e in Canada da New York a San Francisco, dalla Florida fino alla Montagne rocciose, dall'Alaska alle Hawaii. I video musicali di Celtica con una miscela di spettacoli dal vivo e trama artistica ispirano più di 2,5 milioni di spettatori su Youtube, in continua crescita.
La loro musica è molto attraente, hanno una presenza scenica emozionante, per non parlare dello spettacolo di fuoco…

Formazione:
Gajus Stappen: bandleader, guitar, percussion
Duncan Knight: great highland bagpipe
Jane Espie: great highland bagpipe
Aya Georgieva: violin, keyboard
Harald Weinkum: bass, percussion
 

 

ore 23.30 Bosco delle Fontane, Pub Stage

THE RUMPLED

(Italia) Irish Folk/Irish Punk


The Rumpled, è una band Irish Folk Rock Italiana che vi divertirà con i ritmi sostenuti del Folk irlandese, punk rock irlandese e un energico spirito Kombakt folk.
Numerose sono state le occasioni in cui The Rumpled si sono esibiti superando il centinaio di concerti. Pub, festival, street, sagre e posti improbabili, ovunque balli, urla, salti, sudore, mani che applaudono e piedi che si scaldano sono stati gli ingredienti dei loro concerti.
The Rumpled è entusiasmo e energia, vi coinvolgerà e appassionerà in canti, cori e danze scatenate.
Ad Agosto 2017 vincono l’Europea Celtic Contest.
Grazie a questo prestigioso riconoscimento durante il tour 2018 potranno calcare i palchi dei più importanti festival celtici d’Italia.
La Band nasce a Trento (TN) nel 2011 inizialmente con il nome Seven Deadly Folk e con questo nome si sono già fatti conoscere dal pubblico del Brintaal.
Dal 2014 dopo numerosi cambi di formazione il progetto rinasce sotto il nome “The Rumpled”.

 

Domenica 26 agosto

ore 21.30 Bosco delle Fontane, Main Stage

SKOLVAN

(Bretagna) Tradizionale Bretone


Creato nel 1984, Skolvan è stato una delle forze trainanti della rinascita della musica bretone. Questo periodo si impone con il formidabile lavoro da parte dei musicisti per la salvaguardia della musica tradizionale in Bretagna, patrimonio allora in pericolo.
È in questo contesto che Youenn Le Bihan ha provato un'esperienza di gruppo invitando due professori del conservatorio di musica tradizionale di Ploemeur (violino e fisarmonica), nonché il chitarrista Gilles Le Bigot.
Skolvan si impone per la bellezza dei temi (tradizionali, composti) e la ricchezza degli arrangiamenti che conferisce alla Band una personalità immediatamente riconoscibile .
Apprezzerai il loro ritmo, il loro suono moderno e gli arrangiamenti delle loro composizioni e melodie tradizionali.
La miglior Band della scena musicale per la danza bretone, che ha girato i principali festival in Europa.
Gli Skolvan utilizzano violino, chitarra e altro per creare arrangiamenti roboanti e intricati di musica bretone, ma la bombarda è lo strumento che li caratterizza e che ha il potere di creare una sorta di ipnosi musicale a chi ha la fortuna di ascoltarla.
Formazione:
Gilles Le Bigot: guitare
Youenn Le Bihan: piston, bombarde/biniou
Bernard Le Dréau: saxophone soprano
Régis Huiban: accordéon chromatique

 

 

ore 23.30 Bosco delle Fontane, Pub Stage

THE LED FARMERS

(Irlanda) Irish Folk


I Led Farmers sono una band irlandese di Folk Rock dall’Irlanda che trasmettono energia pura!
Il gruppo vanta un due vittorie dell’All Ireland Music e i suoi membri hanno studiato musica a livello universitario. Si sono esibiti in tutta Europa e negli Stati Uniti e hanno un programma itinerante costante con oltre 80 concerti all'anno. Mentre amano suonare i classici popolari irlandesi, sono le loro canzoni e nuovi arrangiamenti di musica popolare che li hanno visti attirare l'attenzione di recente. La loro natura spontanea e cordialità sul palco li rende una Band dal vivo molto divertente.
Travolgenti al punto che non riusciremo a stare fermi!

 

L’accesso all’area del festival e l’ingresso ai concerti sono ASSOLUTAMENTE GRATUITI


 

per qualsiasi informazione scrivete a: brintaal@gmail.com

 


Ass. Brintaal Celtic Festival - Festival della Cultura e della Musica Celtica in Valbrenta

Via Vittorio Veneto, 8 - 36020 Cismon del Grappa (VI) Italy - brintaal@gmail.com